lunedì 21 gennaio 2019

La Compagnia Italiana di Operette al Teatro Orfeo di Taranto con La “Vedova Allegra”


TARANTO – La Vedova Allegra, operetta per eccellenza considerata il capolavoro di Franz Lehàr, sarà protagonista al Teatro Orfeo con la storica Compagnia Italiana di Operette. L’appuntamento è martedì 22 gennaio alle ore 21 e sarà uno spettacolo imperdibile con l’allestimento firmato dal regista di fama mondiale Flavio Trevisan, le coreografie di Monica Emmi, la direzione musicale di Maurizio Bogliolo e il corpo di ballo Ensemble Nania Spettacolo con Giada Lucarini, Martina Alessandro, Martina Coiro, Erika Pentima, Idiana Perrotta e Raffaella Siani. I costumi sono curati da Eugenio Girardi e la direzione artistica è di Maria Teresa Nania titolare di Nania Spettacolo e produttrice per la Compagnia Italiana di Operette.
Buonumore, leggerezza e musiche coinvolgenti accompagnano un plot centenario dalle tematiche sempre attuali legate al denaro, al potere, all’amore e alla gelosia. Ambientata nei locali dell’Ambasciata del Pontevedro a Parigi, l’operetta ha per protagonista Hanna Glavary, interpretata da Clementina Regina, vedova di un ricco banchiere di corte. Njegus, segretario un po’ pasticcione impersonato da Claudio Pinto e il Barone Zeta, ambasciatore interpretato da Riccardo Sarti, su incarico del sovrano di Pontevedro, cercano di combinare un matrimonio tra Hanna e un compatriota in modo che la dote della ricca vedova resti nelle casse dello Stato. Dopo una serie di scambi di promesse e di coppie, di sospetti e di comici equivoci il lieto fine riesce a trionfare. A interpretare il Conte Danilo Danilowitsch, segretario dell'ambasciata pontevedrina sarà Massimiliano Costantino, mentre Irene Geninatti Chiolero sarà la Baronessa Valencienne, Antonio Sapio sarà Camille De Rossillon, Daniela d’Aragona sarà Prascowia Bogdanowitsch, Riccardo Ciabò vestirà invece i panni del Conte Bogdanowitsch, Danilo Ramon Giannini quelli di Cascada e Stefano Rufini quelli di St-Brioche.
Il team di artisti della Compagnia, realtà teatrale presente sulla scena Italiana da sessantacinque anni, offrirà uno spettacolo emozionante con musiche e balli coinvolgenti, costumi sofisticati e un’ambientazione liberty capaci di far sognare un’epoca ormai lontana.
Info e prevendite: Amici Della Musica “Arcangelo Speranza” tel. 099 7303972 www.amicidellamusicataranto.it o Teatro Orfeo (Via Pitagora, 78)  tel. 099 7303972.

mercoledì 16 gennaio 2019

Al Teatro Comunale di Cagli va in Scena “Scugnizza”


CAGLI (PU) – La celebre operetta di Mario Costa dal gusto popolare ispirata ai costumi e alle tradizioni partenopee approda al Teatro di Cagli. L’appuntamento con Scugnizza è per domenica 20 gennaio alle ore 17 portata in scena dalla storica Compagnia Italiana di Operette con la regia di Gian Paolo Mai, le coreografie di Monica Emmi, la direzione musicale di Maurizio Bogliolo e la direzione artistica di Maria Teresa Nania, produttrice per la Compagnia.
La vicenda, ricca di rocamboleschi intrecci, romanticismo e incantevoli melodie, porterà la fantasia del pubblico nella Napoli dei primi anni del Novecento dove gli spensierati e allegri scugnizzi Salomé, interpretata da Clementina Regina, e Totò, impersonato da Vincenzo Tremante, rendono l'atmosfera sempre festosa malgrado la povertà. I due innamorati creano situazioni movimentate e buffe grazie all'ignara vittima dei loro scherzi: Maria Grazia, zia di Salomé, interpretata da Daniela d’Aragona. A Napoli arriva il ricco e annoiato vedovo Toby Gutter, il cui ruolo è interpretato dall’attore Claudio Pinto, il quale s'imbatte nella bella e vivace Salomé che, con la sua vitalità, riesce a risvegliare in lui l'amore per la vita e ad affascinarlo al punto da volerla sposare e portarla con sé in America. Con lui in vacanza arrivano anche la figlia Gaby e il fidato Chic, di lei segretamente innamorato, rappresentati rispettivamente da Irene Geninatti Chiolero e Riccardo Sarti. Nel contempo, anche lo scugnizzo Totò è innamorato di Salomè e cercherà di ostacolare la sua partenza. Maria Grazia però vede nell'unione trail miliardario Toby e Salomè la possibilità di una buona sistemazione per sé e per la nipote e farà di tutto affinché il matrimonio vada a buon fine. Un inaspettato lieto fine dipanerà il contrasto amoroso in questa operetta messa in scena la prima volta a Torino nel 1922.

Tra gli altri interpreti ricordiamo Riccardo Ciabò nei panni di Dick, Massimiliano Costantino in quelli di domestico e Alessandro Pulitani che sarà uno scugnizzo. Il corpo di ballo Ensemble Nania Spettacolo vedrà l’esibizione di Giada Lucarini, Martina Alessandro, Martina Coiro, Erika Pentima, Idiana Perrotta e Raffaella Siani, mentre i costumi di scena sono curati da Eugenio Girardi.
    Tutte le informazioni su www.teatrodicagli.it Le prevendite online sono sulla piattaforma www.liveticket.it/teatrodicagli Botteghino del Teatro: Tel. 0721 781341 – e mail: botteghino.teatrodicagli@gmail.com Istituzione Teatro Comunale di Cagli-Ufficio Cultura Comune Cagli – Tel. 0721 780731.

venerdì 11 gennaio 2019

La Vedova Allegra al Teatro Diego Fabbri con la Compagnia Italiana Di Operette


FORLÌ – “La Vedova Allegra” arriva al Teatro Diego Fabbri con la storica Compagnia Italiana di Operette che porterà in scena il capolavoro di Franz Lehàr domenica 13 gennaio 2019 alle ore 16.  Rappresentata per la prima volta a Vienna nel 1905, è considerata una delle massime espressioni dell’operetta e continua ad ammaliare un pubblico sempre più ampio. Lo spettacolo si avvale della regia dell’artista di fama internazionale Flavio Trevisan, con le coreografie di Monica Emmi, la direzione musicale di Maurizio Bogliolo, i costumi di Eugenio Girardi e la direzione artistica di Maria Teresa Nania, titolare di Nania Spettacolo e produttrice per la Compagnia Italiana di Operette. L’appuntamento è organizzato dall’Accademia Perduta Romagna Teatri.
Il plot è fatto di intrecci amorosi, romanticismo e vicende esilaranti, l’ambientazione è quella dei locali dell’Ambasciata del Pontevedro a Parigi e ha come protagonista Hanna Glavary, vedova di un ricco banchiere di corte, interpretata da Clementina Regina. Njegus, segretario un po’ pasticcione impersonato da Claudio Pinto e il Barone Zeta, interpretato da Riccardo Sarti, su incarico del sovrano di Pontevedro, cercano di combinare un matrimonio tra Hanna e un compatriota in modo che la dote della ricca vedova resti nelle casse dello Stato. Dopo una serie di equivoci comici e colpi di scena la storia giunge a un lieto fine. Sul palco anche gli interpreti Massimiliano Costantino (Conte Danilo Danilowitsch), Irene Geninatti Chiolero (Baronessa Valencienne), Antonio Sapio (Camille De Rossillon), Daniela d’Aragona (Prascowia Bogdanowitsch), Riccardo Ciabò (Conte Bogdanowitsch), Danilo Ramon Giannini (Cascada) e Stefano Rufini (St-Brioche).
Per informazioni contattare il Teatro Diego Fabbri – Accademia Perduta Romagna Teatri al numero 0543 26342 (uffici) o 0543 26355 (biglietteria).

martedì 8 gennaio 2019

Al Teatro Comunale di Pietrasanta appuntamento con La Vedova Allegra


PIETRASANTA (LU) – La Compagnia Italiana di Operette porta il capolavoro di Franz Lehàr al Teatro Comunale di Pietrasanta. Mercoledì 9 gennaio 2019, alle ore 21 andrà in scena La Vedova Allegra che, con la sua trama fatta di intrecci amorosi, romanticismo e vicende esilaranti, dopo oltre un secolo continua ad allietare un pubblico sempre più ampio.
Rappresentata per la prima volta a Vienna nel 1905, è considerata il capolavoro in assoluto del suo compositore e una delle massime espressioni dell’operetta. Lo spettacolo si avvale della magistrale regia di Flavio Trevisan, con le coreografie di Monica Emmi, la direzione musicale di Maurizio Bogliolo, i costumi di Eugenio Girardi e la direzione artistica di Maria Teresa Nania, titolare di Nania Spettacolo e produttrice per la Compagnia Italiana di Operette.
Ambientata nei locali dell’Ambasciata del Pontevedro a Parigi, l’operetta ha per protagonista Hanna Glavary, interpretata da Clementina Regina, vedova di un ricco banchiere di corte. Njegus, segretario un po’ pasticcione impersonato da Claudio Pinto e il Barone Zeta, interpretato da Riccardo Sarti, su incarico del sovrano di Pontevedro, cercano di combinare un matrimonio tra Hanna e un compatriota in modo che la dote della ricca vedova resti nelle casse dello Stato. Dopo una serie di equivoci comici e copi di scena la storia giunge a un lieto fine. Sul palco anche gli interpreti Massimiliano Costantino (Conte Danilo Danilowitsch), Irene Geninatti Chiolero (Baronessa Valencienne), Antonio Sapio (Camille De Rossillon), Daniela d’Aragona (Prascowia Bogdanowitsch), Riccardo Ciabò (Conte Bogdanowitsch), Danilo Ramon Giannini (Cascada) e Stefano Rufini (St-Brioche).
Per informazioni contattare il Teatro Comunale Pietrasanta al numero 0584 795511 o la Fondazione Versiliana allo 0584 265733.

venerdì 4 gennaio 2019

La Vedova Allegra al Manzoni con la Compagnia Italiana di Operette e la regia di Flavio Trevisan


MILANO – La regina delle operette fa tappa al Teatro Manzoni. Martedì 8 gennaio 2019, alle ore 18, andrà infatti in scena “La Vedova Allegra”, capolavoro di Franz Lehàr fatto rivivere dalla storica Compagnia Italiana di Operette con la magistrale regia di Flavio Trevisan, artista di fama internazionale che ha realizzato spettacoli in tutti i teatri del mondo e lavorato con i più grandi cantanti del panorama lirico mondiale.

Dopo oltre un secolo il plot della Vedova Allegra, con le sue tematiche legate a denaro, potere, amore e gelosia, continua ad affascinare il pubblico grazie alla sua armonia e leggerezza fatta di divertenti scambi di promesse, coppie, sospetti e rivelazioni. Ambientata nei locali dell’Ambasciata del Pontevedro a Parigi, ha per protagonista Hanna Glavary, interpretata da Clementina Regina, vedova di un ricco banchiere di corte. Njegus, segretario un po’ pasticcione impersonato da Claudio Pinto e il Barone Zeta, ambasciatore interpretato da Riccardo Sarti, su incarico del sovrano di Pontevedro, cercano di combinare un matrimonio tra Hanna e un compatriota in modo che la dote della ricca vedova resti nelle casse dello Stato. Innescando una serie di equivoci comici trascinanti riescono a condurre la storia a un lieto fine. A interpretare il Conte Danilo Danilowitsch, segretario dell'ambasciata pontevedrina sarà Massimiliano Costantino, mentre Irene Geninatti Chiolero sarà la Baronessa Valencienne, Vincenzo Tremante sarà Camille De Rossillon, Daniela d’Aragona sarà Prascowia Bogdanowitsch, Riccardo Ciabò vestirà invece i panni del Conte Bogdanowitsch, Danilo Ramon Giannini quelli di Cascada e Stefano Rufini quelli di St-Brioche.

Con le coreografie di Monica Emmi e la direzione musicale di Maurizio Bogliolo si esibirà il corpo di ballo Ensemble Nania Spettacolo con Giada Lucarini, Martina Alessandro, Martina Coiro, Erika Pentima, Idiana Perrotta e Raffaella Siani. Gli incantevoli costumi sono curati da Eugenio Girardi e la direzione artistica è di Maria Teresa Nania titolare di Nania Spettacolo e produttrice per la Compagnia Italiana di Operette.

Sarà dunque un appuntamento coinvolgente capace di far volare la mente con brio e buonumore a un’epoca ormai lontana raccontata con musiche profondamente emozionanti, costumi fascinosi e balletti leggeri ed entusiasmanti. Il team di artisti della Compagnia, realtà teatrale presente sulla scena Italiana da sessantacinque anni, regalerà uno spettacolo unico e imperdibile riconfermando la professionalità, la passione e l’amore per il teatro che da sempre la contraddistingue.

 Per informazioni e prenotazioni: Biglietteria Teatro Moanzoni o telefonare allo 027636901.